collegegoalsundaymd.org

Quando avevamo la guerra in casa - Mario Francese

DATA DI RILASCIO 11/03/2016
DIMENSIONE DEL FILE 6,13
ISBN 9788899082352
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Mario Francese
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Puoi scaricare il libro Quando avevamo la guerra in casa in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Un giovanissimo Mario Francese (il cronista ucciso dalla mafia nel 1979) racconta in un appassionante reportage la tragedia dei bombardamenti in Sicilia: un incubo iniziato nel 1940 con l'intervento militare italiano al fianco della Germania nazista. Nella cronaca di Francese il ricordo è solido e nitido come quello di un precoce reporter di guerra a cui non sfugge, trovandosi egli stesso sotto le bombe, neppure un dettaglio di un'esperienza vissuta con drammatico realismo e restituita al lettore con una massiccia dose di umanità. Nel suo resoconto il cronista coglie e descrive le paure delle famiglie, i disagi degli sfollati, le privazioni della povera gente e perfino alcuni fotogrammi dell'ansia controllata di un ragazzo che da Siracusa si reca a studiare a Palermo. Sfuggito alle bombe nel capoluogo siciliano, in una città dove il calendario scolastico è ormai cancellato, Mario Francese decide di tornare a Siracusa ma trova la casa di famiglia distrutta, si unisce alla schiera degli sfollati e, un giorno, scopre che l'incubo è finito: gli Alleati sono sbarcati. Il testo contiene anche un saggio di Mario Genco, prefazione di Franco Nicastro e introduzione di Riccardo Arena.

...lte nel corso di questa generazione ha portato indicibili afflizioni all'umanità, riaffermare la fede nei diritti fondamentali dell'uomo, nella dignità e nel valore della persona umana, nell ... Sul «nemico invisibile» e altre metafore di guerra ... ... Quando ha scoperto di essere in attesa di due gemelle, suo marito non era con lei. Già madre di due bambini, ha affrontato la gravidanza e un taglio cesareo d'urgenza da sola. A dividere Cydney ... "LA GUERRA IN CASA" racconta la Grande Guerra da un punto di vista inedito, importante perché diffuso, anche se trascurato, sconosciuto: quelle delle donne di una terra di confine. Lo racconta con le loro voci, con l'emozione che è intelligenza delle cose più profonda, visione d'insieme e nei dettagli, intuizione dei nessi. Il primo, Carlo, era in Grecia e aveva preso ... Coronavirus, quando torneremo alla nostra vita normale ... ... . Lo racconta con le loro voci, con l'emozione che è intelligenza delle cose più profonda, visione d'insieme e nei dettagli, intuizione dei nessi. Il primo, Carlo, era in Grecia e aveva preso la malaria. Giunto a Venezia con tutti gli altri militari per essere portato poi in Germania, si era "aggrappato" ad una crocerossina che ricoverandolo, gli ha permesso di tornare a casa. Il secondo. Emesto, quando è arrivato a casa era tutto nero, perchè si era nascosto in un vagone di carbone. 164) Quando chi sta in alto parla di pace, la gente comune sa che ci sarà la guerra. Quando chi sta in alto maledice la guerra, le cartoline precetto sono già state compilate. Bertolt Brecht; 165) Le guerre inevitabili sono sempre giuste. Honoré De Balzac; 166) I bambini che hanno visto la guerra sono l'unica speranza di pace. Karol Wojtyla La guerra nasce allora quando le due entità stanno in una relazione caratterizzata dal fatto che almeno una delle due usa la forza sull'altra, per imporle di seguire le sue intenzioni. Alla luce di questa definizione, ha un senso parlare di "guerra al terrorismo", pur senza avere uno Stato di riferimento da definire "terrorista". Quando la Germania invase la Polonia, nel settembre del '39, la principessa Elisabetta - erede al trono - aveva appena compiuto 13 anni.Oggi, che di candeline ne ha spente ben 94, ITV1 le ... La storia ce l'ha insegnato e il presente continua a mostrarlo: la guerra è uno degli eventi più terribili che possa colpire un paese. Ma perché avvengono le guerre? Si tratta di una risposta difficile e dalla motivazione non univoca. Senza dubbio ogni conflitto ha una sua ragione specifica, legata al periodo storico durante il quale essa scoppia, oltre che alle condizioni economico-sociale ... John Lennon nacque al Maternity Hospital di Oxford Street, a Liverpool, nel pomeriggio del 9 ottobre 1940, mentre era in corso un raid aereo tedesco della seconda guerra mondiale, da una famiglia discendente dagli O'Leannain dell'Irlanda occidentale. La madre Julia, nata Stanley, gli diede come secondo nome Winston, in onore dell'allora primo ministro Winston Churchill. Il 10 giugno 1940 (giorno della dichiarazione di guerra) Mussolini aveva annunciato la "guerra parallela", cioè in cui l'Italia non avrebbe combattuto insieme alla Germania. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Princeton ha simulato lo scoppio di una guerra nucleare tra Russia e Stati Uniti. Le perdite sarebbero insostenibili. Guerra. La parola echeggia ... possono colpire quando vogliono. Con queste premesse, ... L'Europa, casa nostra, oggi ha bisogno più che mai di uomini forgiati nell'acciaio e dal cuore grande. Erjona Sulejmani racconta a Rivelo della fuga dalla guerra in Kosovo quando era solo una bambina: lì ha lasciato tutto ed è arrivata in Italia...