collegegoalsundaymd.org

Il centro storico dell'Aquila. Memoria e progetto - Gianfranco Spagnesi

DATA DI RILASCIO 27/07/2009
DIMENSIONE DEL FILE 12,94
ISBN 9788838240935
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Gianfranco Spagnesi
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Il miglior libro Il centro storico dell'Aquila. Memoria e progetto pdf che troverai qui

La ricostruzione del centro storico dell'Aquila, uno dei più importanti e belli del nostro Paese, richiede una operatività molto attenta e culturalmente impegnata, in grado di affrontare i singoli problemi attraverso un dialogo serrato tra cittadini, istituzioni ed enti di ricerca locali. Così come sarà indispensabile procedere insieme con tutti i comuni del contado, perché a dover essere ricostruito è tutto il contesto dell'organizzazione territoriale, da sempre legato alla città dell'Aquila e alla sua origine. All'interno di questo quadro di riferimento deve essere rifiutato l'intervento demiurgico di progettisti di "chiara fama", sempre pronti a proporre un loro modello di città in dissonanza con ogni forma di preesistenza o tradizione. Altrettanto può dirsi sull'inutilità e la mancanza di efficienza di un "piano" urbanistico, sempre troppo rigido e vincolistico, oltre che incapace di ogni controllo sulla qualità architettonica dei singoli progetti di intervento, tanto di ricostruzione che di restauro. Occorre invece mettere a fondamento di ogni singolo progetto (casa per casa) la conoscenza storica, unica metodologia capace di individuare e mettere nella giusta evidenza il valore documentario di ogni preesistenza, anche allo stato residuale; una sorta di critica catalogazione, una banca dati, da intendersi come un insieme di norme di un regolamento edilizio, per "ricostruire restaurando" attraverso singole proposte capaci di coniugare insieme il "progetto" con la "memoria" della città dell'Aquila e dei borghi del suo contado; così come accadde dopo il terremoto del 1703, ancora più grave e rovinoso. L'Aquila tornò ad esistere, ma con un volto completamente nuovo, frutto della cultura architettonica del suo tempo, ma nel rispetto della propria tradizione storica, in specie medievale, e della sua organizzazione per "quarti" e per "locali", mantenendo il ruolo di emergenze architettoniche e dei suoi spazi pubblici. Un modello, questo, che potrebbe essere preso ad esempio, aggiornandolo al momento presente, ma senza rifiutare la "novità" di questo momento del passato tanto rispettoso delle memorie più antiche.

...a città da percorrere. Nonostante i progetti e le sperimentazioni, di cui abbiamo dato informazioni anche su queste pagine, il centro storico aquilano può essere visitato solo virtualmente grazie al lavoro di 400 volontari, aquilani e non, che hanno dato vita a un progetto dal nome evocativo: come facciamo ... L'Aquila - Wikipedia ... . Quattro studenti dell'Università degli Studi dell'Aquila - Davide Massimo, Francesco Gabriele, Lorenzo Micarelli e Marco Paolucci - vincono il concorso per la riconfigurazione della Casa dello Studente con un progetto che traduce spazialmente e simbolicamente quella tensione tra memoria e vita, fulcro stesso della rinascita dell'edificio. . risultati concorsi di architettura Il centro storico dell'Aquila era quasi interamente zona a traffico limitato prima del terremoto del 2009, mentre poi, nelle zone aperte al transito, è diventato accessibile alle autovetture. In via Giacomo Caldora si trova il terminal bus di Collemaggio, che ospita an ... Il centro storico dell'Aquila: memoria e progetto ... ... . . risultati concorsi di architettura Il centro storico dell'Aquila era quasi interamente zona a traffico limitato prima del terremoto del 2009, mentre poi, nelle zone aperte al transito, è diventato accessibile alle autovetture. In via Giacomo Caldora si trova il terminal bus di Collemaggio, che ospita anche il principale parcheggio cittadino, disposto su tre livelli sotterranei. Il rischio è una delle componenti che caratterizzano le società moderne. Il rapporto tra l'azione umana e la natura è spesso pieno di contrasti, che possono degenerare e dare luogo ad eventi traumatici e catastrofici. Le società mostrano diversi gradi di vulnerabilità nei confronti del rischio, così come una diversa capacità di reazione, di recupero dopo un evento traumatico, per ......