collegegoalsundaymd.org

Il manoscritto di pietra - Luis Garcia Jambrina

DATA DI RILASCIO 11/10/2010
DIMENSIONE DEL FILE 7,52
ISBN 9788863980578
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Luis Garcia Jambrina
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Divertiti a leggere Il manoscritto di pietra Luis Garcia Jambrina libri epub gratuitamente

Verso la fine del XIV secolo, durante l'Inquisizione spagnola, Fernando de Rojas, studente di legge dell'Università di Salamanca e futuro autore de La Celestina, deve investigare sul misterioso omicidio di un frate cattedratico di Teologia. Così comincia una complessa trama dove s'intersecano giudei e conversi, dottrine eterodosse e scienze arcane, passioni sfrenate e relazioni nascoste. Teatro delle indagini è l'affascinante città di Salamanca, ricca di storia e di leggende sotterranee, fulcro di un'epoca di grandi agitazioni e cambiamenti. Per scoprire ciò che si cela dietro le apparenze, Rojas deve risolvere enigmi complicati ed evitare trappole nascoste, muovendosi attraverso una topografia reale e immaginaria allo stesso tempo, in un labirinto popolato di sorprese e pericoli dove la sua investigazione diventerà un'avventura d'iniziazione e apprendimento da cui ne uscirà radicalmente trasformato.

... della cattedrale. Sotto la sua lingua viene trovata una moneta di rame e sul suo viso un graffio verticale: la firma inequivocabile del diavolo ... Intro - Il Regno dei Mostri ... . Il Manoscritto di Cooke. 08/09/2010 37 0 Sia ... dissero che c'erano due tipi di pietra di tale qualità che la prima non sarebbe mai bruciata e quella pietra è chiamata marmo e che l'altra pietra non sarebbe mai affondata e quella pietra è chiamata Laterus (Latere). Il disco di Festo venne scoperto nel sito del palazzo minoico di Festo, vicino a Aghia Triada, sulla costa sud di Creta; specificamente il dis ... Il Manoscritto di Pietra - libroco.it ... . Il disco di Festo venne scoperto nel sito del palazzo minoico di Festo, vicino a Aghia Triada, sulla costa sud di Creta; specificamente il disco venne trovato nel seminterrato della stanza 8 nell'edificio 101 di un gruppo di costruzioni a nord-est del palazzo principale. Questa combinazione di 4 stanze serviva anche come un'entrata formale al complesso palaziale. Incontrai Luca anni dopo, quando morì Riccardo. M i prestò da leggere un piccolo romanzo autobiografico di cui ho perso il manoscritto. In un capitolo c'erano i nostri pomeriggi insieme. Di quelle pagine mi è rimasta impressa la descrizione dei miei occhi come due chicchi di caffè. La pietra è quella che caratterizza le facciate di questi edifici, ruvida, dura e radicata sui fianchi di queste montagne come l'anima dei montanari, ma è anche quella scolpita e cesellata degli interni, dove volti angelici, ora estaticamente rivolti al paradiso, ora con sofferenza, pazienza e partecipazione alle vicende umane, proiettano il visitatore e il pellegrino nell'immaginario ......